Cessione Roma: adesso si fa sul serio

La Roma non sta vivendo di certo un periodo memorabile per ciò che concerne i risultati: solamente 4 punti ottenuti nelle ultime 7 gare di campionato disputate.

Tre sconfitte consecutive ed un collettivo che sembra aver perso lo smalto dei giorni migliori, compreso mister Fonseca.

Lo stesso lasso di tempo non positivo, però, potrebbe essere destinato ad entrare nella storia dei giallorossi a causa di fattori extra-campo, uno su tutti il tanto atteso cambio di proprietà.

La società capitolina sembra, dunque, prossima ad un avvicendamento riguardante i piani alti.

L’avvicendamento prevede l’insediamento di Friedkin in sostituzione di Pallotta con l’aggiunta di tutte le ulteriori modifiche che il neo presidente riterrà opportuno mettere in atto.

Le cifre

La questione riguardante l’ormai famigerato cambio di proprietà è continuata a protrarsi nel tempo, tant’è si etichettava come chiusa da almeno due mesi

Ora sembra giunto davvero il momento della svolta, quell’istante destinato a rimanere, positivamente o meno, nella storia giallorossa: la nuova Roma formato U.S.A.

Le cifre della definitiva acquisizione da parte di Friedkin si aggirano intorno ai 780 milioni di euro, con il risolutivo cambio di proprietà che avverrà, però, al termine della stagione in corso.

La cifra stimata per la cessione, inoltre, potrebbe essere soggetta ad una modifica.

Nel caso in cui gli uomini di Fonseca non riuscissero a centrare il quarto posto e, di conseguenza, la qualificazione alla prossima Champions League.

Una nuova era sta per iniziare in casa Roma e non ci resta che scoprire fin dove la squadra giallorossa sarà in grado di spingersi.